lunedì 25 maggio 2015

Cannes 2015: la Francia si autoincensa con Audiard, a secco l'Italia

Grande delusione per i rappresentati del cinema italiano al 68° Festival di Cannes.
Paolo Sorrentino, Nanni Moretti e Matteo Garrone tornano a casa dalla Costa Azzurra senza alcun premio, completamente snobbati dalla giuria presieduta dai fratelli Coen.


Il Ministro per i Beni Culturali, Dario Franceschini, ha così twittato: "Cannes è un grande festival, anche quando gli italiani non vincono. È un dovere essere qui. Francia e Italia sono insieme il cinema europeo."


Vince la Francia, vincono i francesi, aiutati da una giuria nella quale, ahinoi, mancava un rappresentate italiano e di certo questo ha pesato. I componenti, per la cronaca, erano appunto i fratelli Joel e Ethan Coen, l’attrice spagnola Rossy de Palma, quella francese Sophie Marceau e quella inglese Sienna Miller, la cantante malese Rokia Traoré, il regista messicano Guillermo del Toro, l’attore e regista canadese Xavier Dolan, e l’attore statunitense Jake Gyllenhaal.
Ad aggiudicarsi la Palma d'Oro è stato Jacques Audiard con il suo "Dheepan", storia di un ex soldato, una donna e una bambina in fuga dalla guerra in Sri Lanka fino in Europa.


In conclusione, ecco l'elenco di tutti i premi assegnati:
Miglior cortometraggio - “Waves ’98” di Ely Dagher
Miglior opera prima - “La Tierra y la sombra” di Cesar Augusto Acevedo
Miglior sceneggiatura - “Chronic” di Michel Franco
Palma d’oro alla carriera - Agnès Varda
Miglior attrice - Rooney Mara per “Carol” ed Emmanuel Bercot per “Mon Roi”
Premio della giuria - “The Lobster” di Yorgos Lanthimos
Miglior attore - Vincent Lindon per “La Loi du marché”
Miglior regia - Hou Hsiao-Hsien per “The assassin”
Grand prix speciale della giuria - Laszlo Nemes per “Le fils de Saul”
Miglior film - Jacques Audiard per “Dheepan”

J.D.

0 commenti:

Posta un commento