venerdì 29 maggio 2015

Enneagramma - Il Tipo Due - L'aiutante

Alcune persone vedono il mondo come pericoloso, altri lo vedono come sicuro. Alcuni lo vedono come giusto o ingiusto. Eppure viviamo tutti nello stesso mondo. Uno degli scopi dell’Enneagramma è quello di rimuovere i vari filtri che distorcono la nostra percezione del mondo. Se credi che il mondo in ultima analisi abbia bisogno di essere salvato, che si debba essere utili e che l'obiettivo della vita è quello di essere amati e necessari, allora potresti essere:

Enneagramma

Il Tipo Due (L'Aiutante, Il Generoso, La Nutrice)


Sintesi del Tipo Due


Ideale a cui tendere: Libertà
Vizio: Vanagloria
Virtù: Altruismo
Triade dell’enneagramma: Cuore - Emozioni (Emozione associata: Vergogna)
Impulso primario: Trasformare in realtà la propria immagine ideale
Paura primaria: Non essere degni di amore
Desiderio primario: Amore incondizionato

Descrizione del Tipo Due


Potete immaginare ogni Tipo dell’Enneagramma come un albero. Avete le foglie alla fine dei rami che rappresentano le caratteristiche più esteriori di un Enneatipo. Queste rappresentano comportamenti osservabili. Ma le caratteristiche osservabili possono ingannare, quindi più importanti dei rami sono le radici, le parti della personalità che si trovano sotto la superficie. In questo articolo (e nel resto degli articoli che proporrò per ciascun Enneatipo) cercherò di parlare sia delle radici che delle foglie di ogni tipo di personalità.

Il romanziere Robert Louis Stevenson scrisse una volta:
"Finché noi amiamo serviamo; fintanto che siamo amati da altri, potrei quasi dire che siamo indispensabili; e nessuno è inutile, se ha un amico".
Questa indispensabilità è alla radice della personalità di Tipo Due. I Due vogliono essere indispensabili, proprio come Stevenson ha descritto, e questo passa attraverso l’aiutare gli altri. I Due ammirano la disponibilità, e si sforzano di essere generosi e gentili. Sono molto orgogliosi della loro bontà.

Questo orgoglio ha diversi aspetti da considerare. Al suo meglio, un Tipo Due con un forte senso di orgoglio personale delle proprie buone azioni può incarnare la virtù di questo Enneatipo: l’altruismo. Ma al suo peggio, l’orgoglio può diventare ostentato e fine a se stesso, il che porta al vizio del Tipo Due: la vanagloria. La salute psicologica di un Due può essere misurata in base a quanto si trova vicino alla propria virtù o al proprio vizio.

L’Enneatipo Due è un tipo emozionale, come i Tipi Tre e Quattro. E come loro cura al meglio la propria immagine. Tuttavia, mentre il Tipo Tre vuole un'immagine di successo, e il Tipo Quattro vuole un immagine unica e inimitabile, i Due cercano un'immagine di cui possono essere orgogliosi. I Due condividono lo stesso problema fondamentale con gli altri tipi emozionali, ossia che a volte possono confondere ciò che sembrano essere con chi sono veramente. Questo perché la loro sfera d'azione primaria è il mondo dell’emozione e dell'immagine. La loro immagine è la tela su cui dipingere ciò che sono o vorrebbero essere. Per i tipi di corpo, la loro tela è il mondo di interazione con gli altri. Per i tipi di testa, è l’insieme dei loro pensieri. I Tipi di cuore dirigono la loro energia creativa verso il modo in cui sono percepiti e in cui loro stessi si percepiscono.
Ciò non significa che i tipi emozionali devono essere considerati cinicamente come autoreferenziali, anzi, si sforzano di incarnare gli ideali che hanno interiorizzato. Per certi versi, il loro comportamento ricorda il famoso detto di Ghandi: "Sii il cambiamento che volete vedere nel mondo". L’ideale a cui tende il Tipo Due è la libertà.

La libertà, ovviamente, è un concetto con molte definizioni. La definizione più vicina di libertà, per quello che riguarda questo contesto, è la "mancanza di sottomissione alla dominazione straniera", dove "dominazione straniera" non si riferisce ad altri paesi, ma a quelle influenze esterne che tendono a schiacciare lo spirito umano. La crudeltà, la povertà, incidenti ed errori sono tutti esempi di come le realtà del mondo può perseguitare lo spirito umano. Vedendo questo, una corda inizia a vibrare nel Tipo Due, ispirandolo a giocare attivamente un ruolo per liberare gli altri da questa oppressione. Ironia della sorte, questo in realtà porta i Due a ignorare i propri bisogni, aiutando così gli altri senza realmente aiutare se stessi.

Questa motivazione primaria provoca una serie di conseguenze secondarie che compongono le principali caratteristiche del comportamento del Tipo Due. La prima è un profondo desiderio di aiutare gli altri, così come una naturale tendenza verso l'empatia. A causa della forza di questo desiderio, i Due vogliono vederlo riflesso nella realtà, il che spiega la loro fissazione per l’immagine che hanno e che danno di loro stessi. L'incapacità di raggiungere questa immagine porta alla emozione negativa della vergogna, che è condiviso tra tutti i tipi emozionali (2, 3 e 4).
Il concetto di immagine contiene, come già detto, sia la percezione individuale di se stessi che la percezione che gli altri hanno del singolo. Quando quest'ultima forma manca - cioè se la natura utile dei Due non è riconosciuta – si può verificare una condizione di grande stress. Questo non perché i Due siano naturalmente vanitosi o egocentrici. Alcune persone hanno un'immagine cinica dei Due, ritenendo che siano gentili solo per scopi di immagine. Questo non è vero. E’ solo che i Due spesso confondono l’immagine con la realtà. In sostanza, se un Due non crede di apparire gentile, questo per lui equivale a non essere gentile.

In breve, il Tipo Due è cordiale, gentile, generoso e disponibile. Tende a voler andare d'accordo con la gente e di solito gli riesce facile. La sua forza più grande è il suo costante desiderio di aiutare, mentre la sua più grande debolezza è la tendenza ad ignorare i propri bisogni. Punti di forza secondari sono la capacità di andare d'accordo con gli altri e un atteggiamento naturalmente positivo. Carenze secondarie sono il rischio di cadere vittima di vanagloria e la necessità di essere apprezzato.

Progressione dello sviluppo


Nei primi anni della sua vita, il Tipo Due è subito sensibile al concetto di libertà. In questo caso, la parola libertà significa "libertà dal dolore" e “ricerca di autodeterminazione”. Il mondo materiale (la vita) corrompe poi questo ideale, trasformandolo nella convinzione che liberare gli altri è più importante che liberare se stessi.

I Due possono soccombere alla vanagloria, che dà loro l'illusione che stiano liberando gli altri quando in realtà non lo stanno facendo, o almeno, non nella misura in cui essi credono. Questo porta al punto di stress degli Otto, nel quale i Due possono diventare prepotenti e di fatto vanificare e sovvertire il loro vero obiettivo, cioè quello di essere utili.

La virtù del Tipo Due, l'altruismo, lo conduce invece al suo punto di crescita del Quattro, che lo aiuta ad attualizzare i propri bisogni e a diventare più consapevole di sé.

Ali


I teorici dell’Enneagramma hanno presto scoperto che ogni enneatipo può avere caratteristiche dei tipi intorno ad esso. E’ la "teoria delle ali" e se gli studiosi dibattono dei suoi dettagli, è generalmente accettato che ogni tipo abbia una connessione con i tipi che lo affiancano e che uno di questi collegamenti sia dominante. Ad esempio, il tipo due è circondato dai tipi uno e tre. Qualcuno potrebbe quindi essere un Due con un'ala Uno (Tipo Due come caratteristica principale, con alcuni tratti del Tipo Uno), o Due con un’ala Tre (Tipo Due come caratteristica principale, con alcuni tratti del Tipo Tre). Come dicevo prima, è generalmente ritenuto che un'ala sia più dominante rispetto all'altra, quindi si possono avere caratteristiche di entrambe le ali, ma una è più pronunciata.
I Due hanno le proprie ali nei tipi Uno e Tre.

Tipo Due con ala Uno:

La motivazione principale del Tipo Due è di essere utile, mentre il Tipo Uno è idealista e autocritico. Il Tipo Due con Ala Uno combina questi due elementi. A questo genere di Due piace aiutare perché è la "cosa giusta da fare", e questo si riflette nel loro rigido codice morale. Possono essere particolarmente altruisti e generosi, anche se quando diventano malsani possono sviluppare il complesso del martire. In generale non sono aggressivi come I Tipi Due con ala Tre.

Tipo Due con ala Tre:

Il Tipo Tre è associato al desiderio di un'immagine di successo, e questo si combina con il desiderio del Tipo Due di essere utile. I Tipi Due con ala Tre sono meno introverso di quelli con ala Uno e possono essere socialmente molto coinvolgenti. Sono anche vistosi nelle loro buone azioni, mentre gravitano verso posizioni in cui è probabile che la loro gentilezza e generosità vengano riconosciute. Mentre un Due con ala Uno si carica sulle spalle un compito ingrato, un Due con ala Tre è più probabile che conduca lo spettacolo e sia quindi in una posizione che gli permetta di essere lodato pubblicamente. I Due con ala Tre possono essere molto più aggressivi rispetto ai Due con ala Uno, soprattutto se la loro immagine viene messa in discussione.

Frecce di crescita e stress

 


Un tema nello studio dell'Enneagramma è l’interconnettività. Ogni enneatipo è distinto, ma non sta in piedi da solo. Prima ho parlato della teoria delle ali, che mostra come un tipo possa avere caratteristiche dei tipi accanto ad essa. Un altro esempio di interconnessione sono le frecce di crescita e stress. Quando un individuo è in uno stato di stress o di crescita, può assumere caratteristiche di altri tipi. Vi è un certo disaccordo all'interno della comunità degli studiosi dell’Enneagramma su ciò che precipita gli individui in una condizione di stress o di crescita, ma credo che l'interpretazione più logica di questo è che un tipo diventa stressato quando soccombe al proprio vizio, mentre un tipo cresce quando sta seguendo la propria virtù. Seguire il richiamo di un vizio è una risposta naturale, in quanto è il modo più facile di comportarsi. Le virtù sono invece rischiose perché portano una persona a confrontarsi con i loro lati oscuri e le loro paure e può comportare una rivalutazione radicale dei propri pensieri e delle proprie azioni. Ma in fondo l'Enneagramma è un sistema di crescita personale e la dinamica delle frecce di stress e crescita incarna il concetto che la trascendenza è un lavoro duro e che è sempre più buio prima dell'alba.
Questo ci ricorda che i nove enneatipi sono fondamentalmente solo diversi mezzi di percepire la realtà, e che nessun tipo è migliore rispetto a un altro.

Freccia di crescita verso il tipo Quattro:

I Tipi Quattro si ritirano spesso e naturalmente in loro stessi, e sono quindi in contatto con le proprie emozioni e i propri bisogni. I Due, quando entrano nello stato di crescita, iniziano ad ottenere queste qualità. I Due crescono quando praticano la virtù dell'altruismo, che consiste nell’aiutare gli altri per la volontà di aiutare gli altri, senza altra motivazione dietro. L'altruismo è, per definizione, un’impresa umile. Questa umiltà agisce come un antidoto per il tipo Due, che ha spesso la tentazione di esagerare con la cura della propria immagine. L'umiltà costringe l'immagine del Due a restare in linea con la realtà oggettiva, e quindi consente ai due di esplorare onestamente i propri sentimenti e i propri desideri in modo realistico. L'umiltà dice al Due: "Amare la tua immagine non è amare te stesso."

Freccia di stress verso il tipo Otto:

Essere un Tipo Due spesso può essere un lavoro ingrato. Mentre le azioni generose di un Tipo Due sono spesso apprezzate, lo è meno il vizio della vanagloria nel quale i Due rischiano di cadere. Questo succede quando i due finiscono per avere un'opinione gonfiata delle proprie azioni. Vanagloria significa in questo caso "amore della propria bontà". L'amore, si sa, ha la tendenza a offuscare l'obiettività, e questo può portare i Due alla sensazione di essere enormemente apprezzati, con la conseguenza che la vanagloria li rende indebitamente iperorgogliosi della loro virtù. Questo è l'inizio della freccia di stress dal Due all’Otto. Il Due riterrà di poter dettare legge e comportarsi in modo prepotente solo perché è il più buono di tutti. Allo stesso modo se un Due si sente sempre più sottovalutato, può diventare opprimente e aggressivo come un malsano Tipo Otto, nel tentativo di ottenere il rispetto che crede di meritare.
Questa freccia di stress consegna un'interpretazione perversa dell’ideale a cui tendere di libertà di cui si è detto in precedenza. La vanagloria inganna il Tipo Due e lo porta a seguire una strada sbagliata, promettendogli libertà dalla sua situazione negativa, ma in realtà solo legandolo ulteriormente.

J.D.

0 commenti:

Posta un commento